IL GIOVEDÌ

 Castiglion che Dio sol sà.
 Ancora un buon motivo per un treking in terra Senese

Giovedì 19 novembre 2009.
Ci troviamo per la colazione al bar dell' Orso vicino a Monteriggioni, molto invitante soprattutto per una ricca merenda, poi ci spostiamo in auto fino a Brenna, dove ha inizio la nostra camminata. Ci dirigiamo lungo un comodo stradello in direzione del poggio Siena Vecchia anzichè sul sentiero CAI e facciamo bene, perchè ai bordi della strada troviamo un tripudio di funghi di tutti i generi, tranne porcini perchè tardi. Naturalmente gli amici pontederesi non fanno i difficili e si servono tutti felici. Arriviamo al poggio Siena Vecchia con i sacchetti pieni, ci fermiamo per un riposino al capanno dei cinghialai e, quando ripartiamo, parlando, mi distraggo e sbaglio sentiero.. Per fortuna il fuori programma finisce bene perchè per tentativi si arriva comunque a Castiglion Che Dio Sol Sa, meta della gita, un castello in mezzo al bosco, in parte restaurato specie all'esterno. Qui si pranza e si festeggia il mio compleanno e quello di Vannino, già passati, con dolce e vino novello. Si riparte e si scende al torrente Ricausa che si percorre lungo la via dei Mulini, fino alla confluenza con il Merse. Il sentiero costeggia da una parte il fiume e dall'altra la gora che alimentava l'Abbazia di Torri, finchè si raggiunge di nuovo lo stradello per Brenna. Arrivati alle auto ci si saluta con spumante e biscottini e si riparte per casa.
Gabriella


Copyright © Fabio Beconcini - All right reserved - Email: info@fabiobeconcini.it - Link - Privacy