IL GIOVEDÌ

 Rocca Sillana
 Prima visita alla rocca dopo i restauri,sotto la guida di Pier luigi



Visita alla Rocca Sillana

Un tempo la vita si svolgeva in alto. Città, paesi, borghi, castelli e rocche erano inevitabilmente situate su delle alture, più o meno ripide a seconda delle esigenze.
Questo per ovvi motivi di sicurezza, difesa, avvistamento,controllo e non secondario il beneficio sanitario che lo stare in alto comportava.
A queste regole non sfuggiva la rocca Sillana che spicca su una ripida altura sopra il borgo di S. Dalmazio (comune di Pomarance). L’origine sembra risalire addirittura a Silla, console romano, che la fece costruire al tempo della guerra con Mario. In tutta la zona sono comunque presenti testimonianze di insediamenti databili molti secoli a.C.
La nostra gita si è svolta partendo da Montecastelli Pisano e discesi nel Torrente Pavone abbiamo ammirato i resti delle Miniere Fiorentine. Miniere di rame risalenti al tempo di Lorenzo il Magnifico.
Guadato il fiume e fatti sfogare i “ragazzi” con i giochi d’acqua abbiamo affrontato la ripida salita del colle sovrastato dalla Rocca Sillana ammirando lo spettacolare canyon che offre il solco del torrente Pavone. Dopo circa un’ora e mezzo siamo arrivati alle mura della Rocca dove abbiamo pranzato in mezzo ai resti delle costruzioni che facevano di contorno alla costruzione centrale, mirabilmente restaurate.
All’ora stabilita è arrivato “il custode” che ci ha introdotto nel castello. A tutti è piaciuto molto: Io sono rimasto esterrefatto perché avendo visto, più volte, com’era prima del restauro ho apprezzato più degli altri lo sforzo che è stato fatto per farci ammirare questo splendore.
Pierluigi


Copyright © Fabio Beconcini - All right reserved - Email: info@fabiobeconcini.it - Link - Privacy